Accesso ai servizi

IL RICETTO

IL RICETTO


Sotto il castello si snodava il ricetto costituito da mura che presentavano ad intervalli regolari delle torri quadrate (alcune ancora visibili). Il ricetto (in dialetto “orset”) partiva dalla chiesa parrocchiale, passava sopra l’attuale via della Parrocchia, poi sopra la piazza principale e proseguiva su Piazza Cerrina fin presso il vecchio cimitero (attuale campo di tennis) dove iniziava la “spinata” una zona di rovi che redeva impossibile l’accesso al castello. I muri che sostengono Via Conte Adami e Via Cristina Cerrina, ormai rifatti, possono dare l’idea di come poteva essere il ricetto.